scontri stazione Ostiense

Andare in basso

scontri stazione Ostiense

Messaggio  Dago il Sab Nov 08, 2008 4:44 pm

Mani alzate, fughe e manganellate
la battaglia della stazione Ostiense

di LAURA MARI
Repubblica.it

ROMA - "Giornalisti, siamo giornalisti, stampa stampa" ho gridato d'istinto con le mani alzate cercando di evitare le prime manganellate assieme ad altri due cronisti che si trovavano accanto a me. Ma quando ho visto la violenza con cui gli agenti colpivano gli studenti, circa una trentina di ragazzi e ragazze tra i 20 e i 26 anni chiusi in uno spazio di neanche 20 metri quadrati, ho tentato di scappare.

Sono all'incirca le 15 quando gli studenti dell'Onda, dopo una giornata di cortei, arrivano alla stazione Ostiense, a Roma, per bloccare simbolicamente i binari. Stavo tentando di scavalcare i tornelli per raggiungere, assieme ai fotografi e agli altri cronisti, le banchine prima che arrivasse il resto del corteo. Ma è bastato attendere qualche frazione di secondo in più, giusto il tempo di aspettare che un cameraman oltrepassasse il tornello, per sentire le urla degli studenti dietro alle mie spalle e vedere più di una decina di agenti di polizia in tenuta antisommossa sferrare i manganelli contro di noi. Ho sentito un rumore sordo, un dolore improvviso alla testa. La prima manganellata.

Gli studenti si spintonavano per uscire dai cancelli sbarrati dalle forze dell'ordine. Urlavano agli agenti di smetterla di picchiare, tenevano le mani alzate. Ho trovato un piccolo passaggio nella ressa, mi sono coperta la testa con le mani e ho sentito il secondo colpo. Più forte, duro, secco. Sopra il gomito. Dietro di me una voce :"Di qua di qua, passate di qua" gridavano i pendolari della stazione.

E mentre la polizia continuava a manganellare, sono riuscita a scappare, insieme agli studenti, dalla gabbia della stazione. Qualche ragazzo è caduto e, mentre tentava di rialzarsi, è stato colpito nuovamente dalle forze dell'ordine. A quel punto, dal corteo degli studenti che si trovavano fuori dalla stazione Ostiense sono iniziati i cori contro gli agenti di polizia. Sono volate bottiglie di plastica e di vetro, non più di una decina.

Mi sono guardata attorno: c'erano studenti che piangevano. Una ragazza si teneva la testa, un'altra si toccava il braccio dolorante. Un ragazzo perdeva sangue dalla testa. E tutto questo per aver cercato di scavalcare i tornelli e tentare di bloccare, simbolicamente, i binari di dei treni. Una decisione che gli studenti dell'Onda avevano preso almeno un'ora prima di raggiungere la stazione Ostiense. Lo avevamo capito noi giornalisti quando abbiamo visto i leader della protesta che concordavano il percorso con i dirigenti delle forze dell'ordine e ci sembrava impossibile che non lo avessero capito anche loro.

Eppure, all'ingresso della stazione, gli agenti si sono schierati ai lati dell'edificio. Quasi ad attendere che gli studenti entrassero per poter poi intervenire.
Mentre mi accorgo che negli scontri mi si erano spaccati anche gli occhiali, sento una ragazza avvicinarsi e dirmi "vieni via, corri". Mi giro e mi rendo conto che gli scontri stanno ricominciando. Da fuori intravedo un fuggi fuggi davanti all'ingresso della stazione Ostiense. Poi torna la calma. E gli studenti dell'Onda tornano in corteo verso la Sapienza."

(8 novembre 2008)
avatar
Dago

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 24.10.08
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  mimi_squash il Sab Nov 08, 2008 5:05 pm

http://torvergata.adoforum.net/iniziative-creative-f1/come-reagire-a-blocchi-e-caschi-bluin-modo-anomalo-t320.htm#2183

Continuo da qui perché mi sembra quantomeno importante chiarire delle situazioni.

1. Io sono di Torvergata ed ero in prima fila a fare il cordone di apertura e con me anche qualcun altro del nostro ateneo perciò abbiamo "assaltato" (vogliamo usare questo termine?!) la fermata Piramide;
2. la giornalista di cui sopra ha preso le botte dalla polizia, nel caso qualcuno non l'avesse capito;
3. non capisco quale sia, per voi, il problema.

Nessuno vi ha avvertito?! Vi vorrei far notare che il nostro ateneo è diventato TORVERGOGNA, così ci chiamano. Sempre rintanati nelle aulette ad aspettare che qualcuno venga per poterlo fischiare... Usciamo e andiamo a fischiare davanti a Montecitorio!!!!! Impediamogli di fare quello che, comunque, già non fanno cioè stare in Parlamento!!!!

Non è pacifico voler entrare in una stazione della metro?? Ma che idea avete del pacifico? SIAMO IN UN REGIME, NON POSSIAMO NEANCHE PRENDERE LA METRO!!!!!! Io lo ritengo scandaloso perciò ero lì e ne sono fiera!

mimi_squash

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Dago il Sab Nov 08, 2008 5:19 pm

mimi_squash ha scritto:http://torvergata.adoforum.net/iniziative-creative-f1/come-reagire-a-blocchi-e-caschi-bluin-modo-anomalo-t320.htm#2183

Continuo da qui perché mi sembra quantomeno importante chiarire delle situazioni.

1. Io sono di Torvergata ed ero in prima fila a fare il cordone di apertura e con me anche qualcun altro del nostro ateneo perciò abbiamo "assaltato" (vogliamo usare questo termine?!) la fermata Piramide;
2. la giornalista di cui sopra ha preso le botte dalla polizia, nel caso qualcuno non l'avesse capito;
3. non capisco quale sia, per voi, il problema.

Nessuno vi ha avvertito?! Vi vorrei far notare che il nostro ateneo è diventato TORVERGOGNA, così ci chiamano. Sempre rintanati nelle aulette ad aspettare che qualcuno venga per poterlo fischiare... Usciamo e andiamo a fischiare davanti a Montecitorio!!!!! Impediamogli di fare quello che, comunque, già non fanno cioè stare in Parlamento!!!!

Non è pacifico voler entrare in una stazione della metro?? Ma che idea avete del pacifico? SIAMO IN UN REGIME, NON POSSIAMO NEANCHE PRENDERE LA METRO!!!!!! Io lo ritengo scandaloso perciò ero lì e ne sono fiera!

mimi se tu eri, lì ci stavi a tuo titolo personale e non come "tor Vergata". Qui ci riuniamo tutti i giorni in assemblea (ore 17 a lettere, aula occupata) per decidere il da farsi e le nostre linea di azione. Se il giorno prima alla riunione de La Sapienza, dove erano presenti alcuni di noi, ci avessero proposto di occupare i binari, ne avremmo discusso e forse avremmo pure potuto partecipare anche noi.
Non si possono fare le cose così improvvisate, ieri eravamo (mi riferisco a tutto il corteo) molto pochi e disorganizzati. Davanti sinceramente c'erano dei cordoni che facevano abbastanza pena: composti per la metà da ragazze (senza nulla togliere alle ragazze, è solo che generalmente non sono ben disposte a sfondare blocchi della polizia e prendere manganellate) e senza neanche un casco per difendersi dalle cariche.
Noi di Tor Vergata, sotto questo punto di vista) eravamo più organizzati.

il nome "tor Vergogna" è stato probabilmente coniato il giorno in cui è nata la seconda facoltà, io sto al terzo anno e già dal primo giorno di lezione i miei amici del La Sapienza mi chiamavano così...quindi....

la tua "linea di azione" non è detto che non sia condivisa da Tor Vergata e dall'assemblea autorganizzata (che è aperta a tutti), ma finchè rimarremo a parlarne qui sul forum non si concretizzerà mai niente, certe cose vanno discusse di persona, è per questo che ti rinnovo il mio invito a partecipare alle assemblee a lettere.
avatar
Dago

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 24.10.08
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Insignito Diego il Sab Nov 08, 2008 5:49 pm

mimi_squash ha scritto:http://torvergata.adoforum.net/iniziative-creative-f1/come-reagire-a-blocchi-e-caschi-bluin-modo-anomalo-t320.htm#2183

Continuo da qui perché mi sembra quantomeno importante chiarire delle situazioni.

1. Io sono di Torvergata ed ero in prima fila a fare il cordone di apertura e con me anche qualcun altro del nostro ateneo perciò abbiamo "assaltato" (vogliamo usare questo termine?!) la fermata Piramide;
2. la giornalista di cui sopra ha preso le botte dalla polizia, nel caso qualcuno non l'avesse capito;
3. non capisco quale sia, per voi, il problema.

Nessuno vi ha avvertito?! Vi vorrei far notare che il nostro ateneo è diventato TORVERGOGNA, così ci chiamano. Sempre rintanati nelle aulette ad aspettare che qualcuno venga per poterlo fischiare... Usciamo e andiamo a fischiare davanti a Montecitorio!!!!! Impediamogli di fare quello che, comunque, già non fanno cioè stare in Parlamento!!!!

Non è pacifico voler entrare in una stazione della metro?? Ma che idea avete del pacifico? SIAMO IN UN REGIME, NON POSSIAMO NEANCHE PRENDERE LA METRO!!!!!! Io lo ritengo scandaloso perciò ero lì e ne sono fiera!

QUOTO! Il nostro tentativo di occupazione era estremamente pacifico, occupare una stazione non significa sfasciare le carrozze e picchiare il personale.. ma stazionarsi pacificamente lì...
Beh purtroppo però è difficile uscire per andare a fischiare davanti Montecitorio se quelli attivi di TorVergata sono così pochi! Io stesso ho parlato con tutti quelli che conosco personalmente del mio corso, e tutti bravi a parlare, tutti bravi a dire "è una vergogna, bla bla bla " ma poi sono pochi quelli che si degnano di venire alle manifestazioni! E ovviamente non ci si può andare a gruppi di 20-30 persone.. Solo unendoci alle altre Università facciamo numero!
avatar
Insignito Diego

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 28.10.08
Età : 29
Località : Morena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  mimi_squash il Sab Nov 08, 2008 5:57 pm

Come prima cosa... so benissimo che non ero lì come torvergata, solo che tu hai detto "nessno di noi era in testa al corteo", mi pareva solo giusto farti sapere che temerari ce ne sono anche torvergata!

E comunque, io partecipo alle assemblee a lettere, magari non sempre, ma partecipo, io distribuisco volantini e mi fermo a parlare con la gente!

E forse proprio perché sono stufa di stare due ore a disquisire su dove e a che ora darsi "la punta" o se compare la coca cola o il chinotto ho deciso di mettere in pratica la mia "linea d'azione" con la Sapienza e non con torvergata!

A me la manifestazione di ieri non è sembrata per niente disorganizzata ma soltanto "una scheggia impazzita", proprio quello che doveva essere, dovevamo bloccare la città senza dare un itinerario preciso, dovevamo fare follie, cose che nessuno avrebbe previsto!

E ti dirò... io non ho visto ragazze indisposte a prendere manganellate, le ragazze sono state le prime a partire e le prime a prenderle, erano lì sapendo benissimo cosa facevano, come me... basta avere paura, o meglio, basta non affrontare le proprie paure!

Da tre anni che sei a Torvergata i tuoi amici della Sapienza la chiamano TorVergogna... be'... non ti sei mai chiesto perché?!

mimi_squash

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Dago il Sab Nov 08, 2008 8:18 pm

mimi_squash ha scritto:Come prima cosa... so benissimo che non ero lì come torvergata, solo che tu hai detto "nessno di noi era in testa al corteo", mi pareva solo giusto farti sapere che temerari ce ne sono anche torvergata!

E comunque, io partecipo alle assemblee a lettere, magari non sempre, ma partecipo, io distribuisco volantini e mi fermo a parlare con la gente!

E forse proprio perché sono stufa di stare due ore a disquisire su dove e a che ora darsi "la punta" o se compare la coca cola o il chinotto ho deciso di mettere in pratica la mia "linea d'azione" con la Sapienza e non con torvergata!

A me la manifestazione di ieri non è sembrata per niente disorganizzata ma soltanto "una scheggia impazzita", proprio quello che doveva essere, dovevamo bloccare la città senza dare un itinerario preciso, dovevamo fare follie, cose che nessuno avrebbe previsto!

E ti dirò... io non ho visto ragazze indisposte a prendere manganellate, le ragazze sono state le prime a partire e le prime a prenderle, erano lì sapendo benissimo cosa facevano, come me... basta avere paura, o meglio, basta non affrontare le proprie paure!

Da tre anni che sei a Torvergata i tuoi amici della Sapienza la chiamano TorVergogna... be'... non ti sei mai chiesto perché?!

che si parli molto e si agisca poco è vero, ma non è colpa nostra se siamo sempre le solite 20 persone ad organizzare tutto...le forze sono poco e gli eventi sono tanti...più di così non possiamo fare con questi numeri.
qui non siamo La Sapienza, loro hanno 150.000 iscritti, noi 37.000...c'è una bella differenza... è proprio per questo che siamo costantemente in contatto con la Sapienza e Roma3 perchè l'unione fa la forza... "tut-ti in-sieme fa-mo pau-ra..."

io non ho detto che Tor Vergata non voglia occupare i binari e fare casino come la Sapienza, ma solo che noi non sapevamo nulla, se lo avessimo saputo magari ci organizzavamo meglio.
in più da loro pure se la metà non è d'accordo con questa linea d'azione, l'altra metà è sempre molto numerosa e più agire lo stesso.
Da noi con gli esigui numeri a disposizione non possiamo permetterci di spaccarci tra di noi, è per questo che si cerca di prendere le decisioni più largamente condivise.

La nostra università è chiamata Tor Vergogna da quelli della Sapienza perchè loro se la tirano, si credono chissà chi solo perchè sono la prima università e stanno al centro... poi quando vai a vedere, scopri che hanno una organizzazione disastrosa, non si riesce a dare gli esami perchè i prof non ci sono mai e il loro bilancio è tremendamente in rosso.
Sai quanti ce ne sono che fuggono da La Sapienza e vengono da noi perchè lì è un casino e non si riescono a laureare?
detto questo, le prese per il culo tra università ci stanno..come in tutte le cose uno che sta da una parte prende per il culo quelli che stanno dall'altra ma poi alla fine si è tutti amici (come il romanista che sfotte l'amico laziale..). La questione manifestazioni non credo che c'entri...

ps ma come ti chiami? che magari ci conosciamo... XD
avatar
Dago

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 24.10.08
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Clara il Sab Nov 08, 2008 8:42 pm

Mimi, finora mi sono sempre rispecchiata in quello che dici, ora però non mi sento di condividere le tue posizioni: sono dell'idea che bloccare la metro sia solo un modo per inimicarsi i pendolari e la gente comune, che invece dovremmo portare ad abbracciare la nostra causa. Non vedo perché se sono una persona che sta andando a lavoro devo trovarmi nel bel mezzo del caos (almeno quando scioperano i mezzi pubblici la notizia viene diffusa con un certo anticipo per dare alla gente il modo di organizzarsi). Hai ragione in pieno quando dici che bisogna farsi sentire, tuttavia non credo sia giusto danneggiare gli altri per raggiungere lo scopo (il fine giustifica i mezzi, per intendersi).

Ho scritto questa cosa non per darti addosso (anche perché apprezzo molto il fatto che hai scelto di seguire il gruppo da cui più ti senti rappresentata, nonostante non sia della tua università), ma perché volevo semplicemente esprimere il punto di vista di una che è molto dispiaciuta del fatto che ci si chiami Tor Vergogna (anche se anche io la sentivo chiamare così da prima che mi iscrivessi) un gruppo di studenti di un'università (perché noi non rappresentiamo in toto l'ateneo) se si accenna alle nostre scelte di protesta, quando finora mi sento di dire che ci siamo comportati egregiamente in tutto quelo che abbiamo deciso di fare.

Clara
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  fra... il Sab Nov 08, 2008 9:20 pm

Clara ha scritto:Mimi, finora mi sono sempre rispecchiata in quello che dici, ora però non mi sento di condividere le tue posizioni: sono dell'idea che bloccare la metro sia solo un modo per inimicarsi i pendolari e la gente comune, che invece dovremmo portare ad abbracciare la nostra causa. Non vedo perché se sono una persona che sta andando a lavoro devo trovarmi nel bel mezzo del caos (almeno quando scioperano i mezzi pubblici la notizia viene diffusa con un certo anticipo per dare alla gente il modo di organizzarsi). Hai ragione in pieno quando dici che bisogna farsi sentire, tuttavia non credo sia giusto danneggiare gli altri per raggiungere lo scopo (il fine giustifica i mezzi, per intendersi).

Ho scritto questa cosa non per darti addosso (anche perché apprezzo molto il fatto che hai scelto di seguire il gruppo da cui più ti senti rappresentata, nonostante non sia della tua università), ma perché volevo semplicemente esprimere il punto di vista di una che è molto dispiaciuta del fatto che ci si chiami Tor Vergogna (anche se anche io la sentivo chiamare così da prima che mi iscrivessi) un gruppo di studenti di un'università (perché noi non rappresentiamo in toto l'ateneo) se si accenna alle nostre scelte di protesta, quando finora mi sento di dire che ci siamo comportati egregiamente in tutto quelo che abbiamo deciso di fare.

Quoto in pieno...anche se ritengo che l'unico modo per farci ascoltare sia creare UN PO' di disagio...
avatar
fra...

Messaggi : 116
Data d'iscrizione : 28.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  mimi_squash il Dom Nov 09, 2008 3:12 am

Se non è giusto bloccare la metro che porta in giro la gente mi potete spiegare perché è giusto bloccare il traffico di un'intera città?
Alle persone che sono in macchina non si crea disagio? Cosa cambia?

Rispondendo ai messaggi dell'altro topic... erano 5 ragazzini, probabilmente dei primi anni delle superiori, in molti li abbiamo bloccati e gli abbiamo detto di togliersi la kefiah dalla faccia, loro hanno obbedito senza replicare!

Mamme e bambini saranno andati via dalla stazione già nel momento in cui hanno visto polizia e GUARDIA DI FINANZA in assetto anti-sommossa... io ero lì che correvo, la giornalista di repubblica era lì che correva per "assediare" la stazione e nessuno ha provocato la polizia, addirittuta c'era uno "chef" che diceva ai suoi sottoposti di fermarsi ma quelli continuavano a picchiare, hanno picchiato due volte... le mani in alto sono un'arma? sono una provocazione? Quando si capirà che questo stato è contro di noi?????? Ma i fatti di piazza Navona non vi hanno fatto pensare? Ancora c'è qualcuno che pensa che gli studenti siano i facinorosi che provocano? IO NON CI POSSO CREDERE! No

Tanto per chiarire un'altra cosa... quelli della Sapienza non prendono in giro perché se la tirano, perché sono in centro o che altro ne so... se ci chiamano TorVergogna, certo non sarà a causa di questa manifestazione, ma di sicuro perché si sta sempre all'ombra degli altri, si duplicano iniziative che altri hanno già portato avanti, si sta dentro un'aula a parlare (lo ripeto) di chinotto e coca cola invece di fare un'assemblea! Aggregarsi non è sempre male se non si riesce a fare tutto da sé!

mimi_squash

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  kallisto il Dom Nov 09, 2008 11:49 am

Mimi io sono d'accordo, lo stato è contro di noi , ma solo per provocarci. Come diamine devo fare a farti capire che tutta la rabbia che stai riversando nelle tue parole è il pane del governo e dello stato? Non credere che stiamo tutti zitti o che non ci dia fastidio, semplicemente abbi la pazienza di perdonare la fredda razionalità che spesso ci accompagna.
Tor Vergogna come la chiami tu non è vero che non faccia niente, abbiamo contattato anche noi i personaggi importanti, me in primis.

Ma sai cosa? la prima università di Roma è La Sapienza. A me neanche rispondono! è questo il problema, non siamo incapaci siamo svalutati e sottovalutati, siamo pochi e decentrati, siamo anonimi tranne nel mondo della ricerca.
avatar
kallisto

Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 25.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  mimi_squash il Dom Nov 09, 2008 12:47 pm

Come diamine devo fare a farti capire che tutta la rabbia che stai riversando nelle tue parole è il pane del governo e dello stato?
Come devo fare io per farvi capire che la rabbia che tutti stiamo provando SPAVENTA il governo? Sono loro ad aver paura, ecco perché ci piacchiano, ecco perché mandano il blocco studentesco nelle nostre manifestazioni, ecco perché continuamente inventano balle su di noi!
Anche gran parte della stampa si sta ribellando... HANNO PAURA DELLA NOSTRA RABBIA!
Tor Vergogna come la chiami tu non è vero che non faccia niente
Non ero io a chiamarla così, ho solo fatto notare che così la chiamano! Ma quello che sto cercando di dire è che, sì, il personaggio noto può attirare gente ma quella gente, dopo essere venuta a guardarlo se ne torna a casa senza provare alcuna emozione...
la persona che per ore deve stare fermo ad un incrocio, aspettando che passi un lungo corteo, quella sarà incazzata, si chiederà perché, cercherà di capire e, magari, la prossima volta sarà con noi, chiedendo allo stato ciò che chiediamo noi affinché anche i suoi guai finiscano!
Voglio solo cercare di spiegare che starsene chiusi in un'aula, dalle 20 alle 23, secondo me è essere passivi!
A me neanche rispondono!
Io sono stata con loro e ho trovato un ambiente caldo e accogliente, mi hanno resa partecipe di tutto pur sapendo che non venivo dalla loro università! E con me c'erano anche altri ragazzi di TorVergata!

mimi_squash

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 01.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  kallisto il Dom Nov 09, 2008 11:28 pm

Quando parlavo di non rispondere mi riferisco ai personaggi, cosa che molti rinfacciano dicendo che noi non siamo in grado di organizzare.
La rabbia spaventa se è razionale non se diventa irrazionale. La gente bloccata riflette fino a un certo punto nella maggior parte dei casi ti manda a cagare e basta. Non credere che io non sia pronta a schierarmi e creare disagi solo voglio che sia chiaro che la rabbia dovete portarla fuori, non tra di noi. Qui non serve.
Stare in un aula può anche servire dipende da ciò che si fa e comunque anche i Sapientini come mi piace chiamarli prima di buttarsi in strada stanno a lungo in aula e resta il fatto che noi non siamo capre, dobbiamo seguirli per scelta non perchè se no da soli niente. La prossima volta devono chiedere il nostro parere.
avatar
kallisto

Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 25.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Dago il Dom Nov 09, 2008 11:59 pm

balboa ha scritto:Buonasera a tutti, io volevo tornare un attimo all'inizio della discussione, cioè sugli scontri a ostiense.
Io sono uno studente di Tor Vergata e, anche se abito molto più vicino alla Sapienza che a Tor Vergata, il 7 sono andato all'appuntamento ad Anagnina per sfilare con la mia università. Perchè? Tengo a dire innanzitutto che non l'ho fatto per non stare coi "sapientini", sono amici miei, mi alleno con loro alla palestra popolare a s lorenzo e molto spesso mi sono trovato sottobraccio a qualcuno di loro in cordoni nelle varie manifestazioni. L'ho fatto perchè credo che al corteo della Sapienza una persona in più non faccia la differenza, anche se con anni di piazza alle spalle, ma a quello di Tor Vergata sì. Si sta avvicinando timidamente al movimento gente che per la prima volta scende a manifestare, e credo che collaborare con chi si sta sbattendo da mesi per cercare di essere un pò meno Tor Vergogna, e dargli una mano ad organizzare e controllare lo spezzone sia una cosa doverosa.
Passiamo ora alle cariche a ostiense:
Ci tengo a puntualizzare che mentre la prima fila tentava di sfondare le righe di poliziotti, dietro al corteo eravamo proprio noi di Tor Vergogna (insieme a Roma3) che, anche se non avevamo neanche avuto il tempo di pensare se era la cosa migliore da fare, caschi alla mano ci siamo incordonati per respingere la non remota possibilità di una carica anche da dietro.
Sono d'accordissimo con mimi che bisogna bloccare la città e creare disagio per avere risonanza, e l'idea di bloccare i binari era buona ma mettiamo in chiaro una cosa: queste cose non si decidono durante il corteo, si decidono prima. Non si sceglieva se andare al mare o al lago, quindi bisognava decidere prima le intenzioni. Dimostrazione di ciò è il fatto che arrivati davanti alla guardie non c'era l'organizzazione per poter sfondare veramente un cordone delle guardie (che era ovvio che ci fosse). Non dico che bisognava presentarsi con le mazze, ma in molti non avevano neanche un casco per ripararsi, era pieno di ragazze in prima linea che, anche se sono molto spesso l'anima del movimento, per le cose più fisiche non sono adatte per natura.
A volte bisogna tralasciare la voglia di stare in prima linea, e pensare a fare anche il lavoro sporco...questa è la mia opinione.

te l'ho spostato qui, l'altro lo cancello. ciao
avatar
Dago

Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 24.10.08
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: scontri stazione Ostiense

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum